I Soci di Idrotirrena
MartinelliTermomarketMartinelliLenaClimaxMartinelliTicchioniScarpelliniIdrotirrena CommercialeCllat
IdrotirrenaIdrotiforma
Hydra Club


Situazione Ape a Febbraio 2014

Situazione Ape a Febbraio 2014 Data: 13/02/2014

La Legge 147/2013 mantiene l’obbligo di allegare l’APE agli atti di vendita o di trasferimento, introducendo una sanzione amministrativa ed eliminando la precedente disposizione di legge, che considerava nullo il contratto in caso di assenza dell’APE. È stato eliminato l’obbligo, nei contratti di locazione di singole unità immobiliari, della presenza dell’attestato di prestazione energetica. A seguire sono riportati i passi normativi susseguitesi.
L90/2013 modificava l’art 6 del 192/2005, imponendo nei contratti di vendita, trasferimento e locazione, l’obbligo di specificare da parte dell’acquirente di aver ricevuto le informazioni e la documentazione comprensiva dell’attestato della prestazione energetica dell’edificio (APE). AL comma 3-bis veniva sottolineato che l’attestato di prestazione energetica doveva essere allegato al contratto di vendita, o locazione, pena la nullità del contratto stesso.
Con il decreto legislativo 145/2013,menzionato in testa all’articolo e in vigore dal 24 dicembre 2013, specifica che nei contratti di compravendita immobiliare, negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso e nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari soggetti a registrazione è inserita apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici; copia dell'attestato di prestazione energetica deve essere altresì allegata al contratto, tranne che nei casi di locazione di singole unità immobiliari. In caso di omessa dichiarazione o allegazione, se dovuta, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 3.000 a euro 18.000; la sanzione è da euro 1.000 a euro 4.000 per i contratti di locazione di singole unità immobiliari e, se la durata della locazione non eccede i tre anni, essa è ridotta alla metà. L'accertamento e la contestazione della violazione sono svolti dalla Guardia di Finanza o, all'atto della registrazione di uno dei contratti previsti dal presente comma, dall'Agenzia delle Entrate, ai fini dell'ulteriore corso del procedimento sanzionatorio ai sensi dell'articolo 17 della legge 24 novembre 1981, n.689. In pratica attraverso una sanzione amministrativa si sostituisce la nullità del contratto prevista in caso di violazione del testo previgente.
La legge di stabilità n.147 del 2013 all’art 139 modifica la legge 90/2013 al comma 3-bis (art.6) inserendo le parole: “A decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto di adeguamento di cui al comma 12”, di fatto il comma 3-bis era stato soppresso dal d.l. 145 entrato in vigore 3 giorni prima. Questo lascerebbe pensare che in fase di stesura della legge di stabilità si sarebbe voluta mantenere la nullità dei contratti, ma a parere dello scrivente, tale comma, deve essere una dimenticanza mantenuta in essere da una bozza precedente.
Alla luce di quanto riportato rimane l’obbligo di allegare l’attestato di prestazione energetica ai contratti per non incorrere in sanzioni amministrative.

 

 
  • Aquatherm Ariston ATI – Apparecchi Termo Idraulici euraccordi
  • euraccordi Giuseppe Tirinnanzi Luxor SA.MI PLASTIC
  • SA.MI PLASTIC SA.MI PLASTIC SA.MI PLASTIC TECO
  • Zehnder Varem
 
divisore